Delirio di farinosi sensi: filoncini morbidissimi con poolish e autolisi lunga

clicca sulle immagini per ingrandirle

In questo post vi raccontavo di quanta strada ho percorso per arrivare fino a qui. Di quanti impasti lievitati ho curato, amato e gestito prima di arrivare ad oggi.

Non vi ho detto però che camminando questa strada, per una certa parte sono stata in buona compagnia, perché insieme a me c’era un altro spettinato che s’innamorava di tutto (oddio, dire spettinato a lui è un lusso che mi posso permettere solo io :D).

Io facevo e lui si appassionava, mi incoraggiava. E’ così che siamo diventati i Gianni & PinottA del web, una coppia di sgangherati innamorati dei lieviti, sempre alla ricerca di qualcosa, sempre con la voglia di andare oltre.

Ho iniziato io a seguire lui, poi a un certo punto i ruoli si sono invertiti: io facevo e lui seguiva me. Ci siamo parecchio intercambiati in questo delirio di farinosi sensi, tanto che a un certo punto non si capiva più chi faceva cosa, ma non eri te il Maestro? Ma non eri te l’Allieva? Fatte n’arto blogghe, chiamalo I  pasticci di Zia Michela (ve l’ho detto che è un delirio!!!) 😀

Ma la verità è un’altra, e una soltanto: a noi ce piace de impastà 😀

E ci piace farlo sempre ponendo davanti a noi un obiettivo più ambizioso.

Sulle farine siamo quasi del tutto collaudati: il vero mix di Gianni & PinottA è farro bianco e manitoba. Chiaramente, robba bona, spacciatore di fiducia 😀

Quando ho proposto a Piero questo pane, neanche ho dovuto dirglielo cosa avevo in mente, perché lui aveva già capito tutto. E che bello quando io propongo e lui mi dice si …che sono certa, anche se volesse, non je la farebbe proprio a dirmi di no (vero Pié? :D)

E’ così che sono nati i Filoni Gianni & Pinotta.

I filoni che vi presentiamo insieme oggi sono ispirati a due ricette di Adriano, che sono qui e qui. Volevamo dei filoni morbidissimi….e li abbiamo ottenuti!

_________________________

Ingredienti:

500 gr di farina (noi metà farro bianco, metà manitoba)
400 gr di acqua
5 gr di lievito
10 gr di sale

Procedimento:

La sera prima preparate il poolish con 200 gr di farina, 200 gr di acqua e 0,5 gr di lievito 
Nella ciotola della planetaria miscelate 150 gr di farina con 100 gr di acqua, coprite e lasciate riposare una notte
Il mattino successivo, unite all’impasto autolitico il poolish, la restante farina e 100 gr di acqua in cui avrete sciolto il lievito restante.
Lasciate impastare a bassa velocità per qualche minuto, poi aumentate e lasciate incordare, aggiungendo il sale.
Dopo aver spento l’impastatrice, coprite con un panno e fate riposare 20 minuti
Riattivate l’impastatrice, lasciate incordare ancora (pochi giri) e coprite ancora facendo riposare 20 minuti. Ripetete ancora dopo 20 minuti, dopodiché lasciate coperto per 1 ora.
Trascorsa l’ora, rovesciate l’impasto su un piano leggermente infarinato e dividetelo in due.
Ripiegate ogni pezzo su se stesso, come a formare un rotolo.

Coprite a campana e fate riposare 20 minuti
Ora date ai due impasti una piega a portafoglio, ricoprite e fate riposare ancora 20 minuti
Picchiettate leggermente tentando di allargare i filoni, ma siate delicati per non compromettere le bolle d’aria all’interno.
Trasferite i filoni sulla pala e lasciate riposare per 15 minuti
Intanto scaldate il forno e la refrattaria
Cuocete per 8 minuti a 250° e altri 8 minuti a 180°
Fate freddare i filoni nel forno stesso, messi in verticale e con lo sportello a fessura.

E ora, per tutti coloro che con il loro entusiasmo 
ci sostengono e ci supportano, 
Gianni & PinottA hanno preparato due buste di filoni, 
pronte per essere ritirate senza passare dal via 😀

Questa è la mia.
Quella di Piero potete trovarla qui.

Gianni & PinottA vi salutano con affetto

Alla prossima!


63 Responses to Delirio di farinosi sensi: filoncini morbidissimi con poolish e autolisi lunga

  1. Lo Ziopiero says:

    PinottA, adesso non oso pensare a quale sarà la tua prossima proposta, in questo "delirio di farinosi sensi…"

    😀 😀 😀

    Bacioni! :)))

  2. Maria Teresa says:

    Eccola la coppia più bella del mondo!!!!!!!!!!!!

    Continuate pure a delirare che tanto avete una truppa di seguaci pronti a seguirvi in tutte le vostre magie di farinosi sensi!!!!!!!
    Grazie Michela!!!!!!!!!!
    Ti abbraccio forte forte :))))))

  3. Edith Pilaff says:

    …E non ci lasceremo mai,abbiamo troppe cose insieme… Che Wess e Dori Ghezzi conoscessero Gianni e Pinotta? (lo so che sono una sentimentalona da strapazzo,la canzone mi fa piagne e la dedico a voi,"menti perverse")
    I filoncini sono strepitosi,roba che se li tentassi io mi verrebbe sicuramente una crisi depressive,dopo il fallimento…
    P.S. Lo zio spettinato e' una visione geniale…
    Un bacione.

  4. Ho appena visto la ricetta proprio da lui e ho pensato che… dovevo provarci anche io!!!

  5. Silvia says:

    Eccomi che passo pure da te!

    Ti ho commentato da Piero. Non mi piaceva fare il copia e incolla qui.

    Strepitosa Michela.

    Baci baci

  6. FrammentAria says:

    che fatto curioso!!! proprio stamattina ho pensato, seguendo il caos della mia testolina, "oggi è un delirio"! però non ero ancora entrata qui! è da troppo che non metto le mani in pasta…devo recuperare… solo che tra tutti sti deliri devo scegliere qual'è il senso più farinoso :))
    vi abbraccio miei con-spettinati :))))

    • Non va bene, Tam…te che non metti le mani in pasta è inconcepibile, inaccettabile, indecoroso, improponibile, insopportabile, intollerabile, impensabile, illogico….. vabbé hai capito 😀 😀 😀

      DATTE NA MOSSA 😀

      ciao spettinata mia :*

    • FrammentAria says:

      aahahahah! a proposito di spettinamenti, sabato per la prima dopo 27 anni, ho ceduto alla lusinga della messa in piega, e ora son ancora tutta sistemata e liscia …appena arrivo a casa mi lavo i capelli, non posso resistere un giorno di più, con tutto st'ordine in testa, mi confonde :))))
      quindi nel pomeriggio elimino la messa in piega, e procedo con la mossa in piega (del tipo 2:)))
      :-*

  7. Gaia says:

    E brava Pinotta,
    qui si che la spiegazione è come si deve, mica come ha fatto Gianni!!
    😉

  8. Silvia says:

    @Gaia
    come tutti i grandi Maestri, sintetizzano 😀

    Anche se Piero quando gli chiedi aiuto non si tira mai indietro e ti dà mille spiegazioni.

    Oltre ad essere un GRANDE è anche GENEROSO.

  9. Silvia says:

    Aggiungo, che se voglio maggior dettagli mi affaccio qui da LEI.

    • Gaia says:

      Grazie Silvia!
      Conosco Piero da un sacco (pure prima del blog) e mi permetto di essere 'scherzosa' con lui…
      Comunque hai ragione: 'two is megli che uan'!
      😉

    • Silvia says:

      Oh sì Gaia scusami non intendevo farti un appunto, ci mancherebbe 🙂
      Difficilmente partecipo o commento post proprio per non creare fraintendimenti. A volte scrivere è pericoloso,chi legge non sente il tono della voce, non conosce la persona. Soltanto che qui e da Piero siete tutti così simpatici e partecipi che mi son voluta buttare 😀 :-*

    • Gaia says:

      No problem!
      😉

    • Lo Ziopiero says:

      Grazie, Silvia, per le tue belle parole.

      E' vero, qui da Michela troverai sempre delle spiegazioni più dettagliate…questo è sicuro!

      Così come è vero che con Gaia siamo amici da una vita e con tutti i cazziatoni che le ho fatto, guai se non si permettesse!!! 😀 😀 😀

  10. Rosalba says:

    Pinotta dolcissima,
    quanto è bello perdersi nel tuo delirio!

  11. Eleonora D says:

    fantastici!!!!!
    i filoni?sì, anche…ma soprattutto tu e Piero!
    miei cari, gentili, disponibili dispensatori di consigli e incoraggiamenti.

    e le prime due righe del tuo post sono l'incoraggiamento a perseverare, per me che ancora, oltre ad amare, mi arrabbio con qualche impasto… :-)))

    grazie dolce Michela!

  12. O_O stupendi!!!segno tutto mi piace moltissimo questo pane! ciaoooooo

  13. scusa solo un chiarimento, prima di preparare i 2 impasti alla sera mescoli le farine?

    • Federica, io di solito mi comporto così.
      Se la sera prima devo fare un poolish, una biga, o una massa autilitica, sfrutto tutta la manitoba a disposizione(che è una farina forte) e poi aggiungo a parte le altre farine.

      Per esempio, in questo caso, la sera prima ho necessità di 350 gr di farina.

      A disposizione ho: 250 g di manitoba + 250 di farro
      Io parto con 250 di manitoba + 100 di farro.
      Il giorno dopo quindi aggiungerò solo farro.

      Spero di esserti stata utile 🙂

    • Grazie 1000 tutto chiaro!!!! ^_^

  14. Roberta says:

    Tra poolish e autolisi nella mia ignoranza estrema mi sembra di stare a leggere una rivista scientifica, ma poi guardo quel pane, quella mollica da addentare, e mi squaglio in un bagno di acquolina! Ormai sei oltre, brava la mia Michi!!! 🙂
    Baci!

  15. Maya says:

    michi sono strepitosi…come dicevo a piero siete dei diavoletti tentatori! vi caopisco perchè anche a me brillano gli occhi e si scalda il cuore al pensiero di mettere le mani in pasta! congratulazioni per l entusiasmo che trasmettete

  16. Ciao Maya, visto che sei "qui sopra" ti saluto per prima. Un bacio
    Michela bellissimi anche i tuoi pani, come potevo non passare anche da te, visto che sono andata dallo Zio?

    Un bacione

  17. ma a te qualcuno riesce a tenerti ferma? mi assento un attimo, torno e trovo ricette di danesi, pani morbidissimi…. mamma mia che rifrullo ao!!!!
    la perfezione del pane e del lievito sommata all'amore per l'impastare: non poteva che essere così, bellissimo pane per una bellissima donna!
    baci
    Sandra

  18. m4ry says:

    Ah PinottA..sto pane parla da solo..anvedi ???? Ahahaha ! Mi fai morire…ciao Michelina bella :*

  19. Berry says:

    PinottA bella de casa…vorrei vederti all'opera…ma non mentre impasti, che questo desiderio lo sai già, bensì mentre ti infarinisci i sensi con quell'altro di là, scapigliato e spettinato peggio de te! I filoni passo a ritirarli stasera, esco da lavoro, prendo un freccia rossa e me li magno!
    Ti bacio tesoro!

  20. Este pan te ha quedado perfecto se ve muy bien hecho me encanta,abrazos y abrazos.

  21. Luca Monica says:

    Ma siete fantastici…
    come fantastico è questo pane…
    appena lo provo ti dico…mi piace da impazzire perdermi in impasti che durano giorni!!!!! I miei dicono che sono matta!!!!

    Un abbraccio Pinotta…sei grande
    monica

  22. Siete fantastici, e soprattutto bravi da impazzire! Ogni vostro pane è uno spettacolo! Continuate così!!!
    alice

  23. ahahahaha..Gianni e Pinotta!!!! 😀
    Meravigliosi tutti e due!!!
    E bello leggervi nelle vostre ricerche della perfezione assoluta…io intanto vi leggo Micky, chissà, forse un giorno riuscirò a fare una biga o un poolish pure io…mi sento un pochino come la mia omonima (semino..) poco più su…la sola cosa certa è che me lo addenterei 'sto filone!!!
    E continuate a impastare coppia delle meraviglie che io vi seguo..magari arrivo in ritardo. ma vi seguo! 😉
    Baci amica..'notte se vai a dormire…o hai qualche impasto da 'massaggiare'? <3 Roby

    • Ma certo che lo farai ROby…tu ti innamorerai di fare il pane, io già lo so!
      Ieri sera nanna, nessun impasto da coccolare 🙁 di solito cucino e panifico solo nel week end.

      Tanti baci dolcezza mia :*

  24. Patty Patty says:

    Michè… ma solo 16 minuti devono cuocere? Bellissimi, fantastici, meravigliosi… Bravissima… che te lo dico a fà? 😀 Ti bascio forte forte… al prossimo pane!

    • Patty, ricordati sempre che le cotture dipendono moltissimo dal forno. E da quanto ti piace cotto il pane…
      Quando ho cotto questo l'ho lasciato volutamente molto chiaro, se ti piace più cotto, lascialo di più, ma non ci sono mai tempi standard, specie per la cottura del pane 🙂
      Grazie Patty mia!! :*

  25. Maya says:

    Buongiorno michi..non ce l'ho fatta è stato più forte di me. Non bello come il vostro ma è arrivato il Gianni and Pinotta's Bread!

  26. Ciao michela! rimango sempre più allibita da quanto siete bravi tuo e zio piero!!! che invidia ;)) un abbraccio!

  27. 87saruccia says:

    Sono BELLISSIMI!!!! Complimenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *