Friselle con semola di Altamura

clicca sulle immagini per ingrandirle

Ne avevo fatta già una ottima versione integrale, che aveva riscosso parecchi successi anche tra i miei lettori che le hanno riprodotte. Ma di friselle non si può mai essere sazi e molteplici sono le varianti.
Stavolta volevo usare una bellissima semola che mi è arrivata dritta dritta da Altamura, grazie ad un collega che era in zona per una traferta di lavoro. A dire il vero la mia era stata una timida domanda: “Non è che lì nei pressi c’è qualche Mulino dove comprare della buona semola di Altamura?“. Non ho nemmeno dovuto finire di parlare, tempo 10 minuti di orologio e già tutto era stato fatto. Qualche giorno dopo ho avuto in consegna nelle mie mani ben 10 kg di semola (rimacinata e non).
Fortunata io, lo ammetto 🙂
E così, per battezzare la semola a dovere, mi sono voluta cimentare in queste friselle.
 In questa occasione le ho condite con pomodorini, rucola, ravanelli e sedano: una bomba 🙂
Testi e Ricetta  © Michela De Filio 

Ingredienti:

800 g di semola di Altamura rimacinata
200 g di semola di Altamura non rimacinata
630 g di acqua
80 g di pasta madre
20 g di sale

Procedimento:

Sciogliete il lievito madre nell’acqua e inserite nella planetaria.
Aggiungete la farina e miscelate alla minima velocità per permettere a tutta la farina di idratarsi. 
Aumentate la velocità e lasciate incordare. 
Aggiungete il sale e lasciatelo assorbire completamente. 
Arrotondate l’impasto e mettetelo in un recipiente a lievitare coperto, fino al raddoppio. 
Quando l’impasto è raddoppiato, rovesciatelo sul piano da lavoro e fate le pezzature, regolandovi più o meno in base a come preferite che siano grandi le vostre friselle. 
Con ogni pezzo, ricavate dei cilindri e chiudeteli a ciambella, ponendoli su una placca da forno.
Coprite e lasciate raddoppiare. 
Cuocete in forno a 220° fino a leggera doratura 
Sfornate le ciambelle e lasciatele raffreddare completamente su una gratella. 
Quando saranno completamente fredde, tagliatele a metà in senso orizzontale e infornatele di nuovo a 150° fino a completa tostatura. 
Conservate le vostre friselle in sacchetti di plastica per alimenti. 


34 Responses to Friselle con semola di Altamura

  1. Isabella says:

    Una meraviglia! Mi rendo conto che in questo periodo le friselle vanno alla grande e per me sono un pasto meraviglioso,le tue poi sono un capolavoro,il problema tesoro e' che inizia a fare un caldo bestiale,sabato ho cercato di finire la farina petra 1 e ho fatto tante torte salate ma e' stata una sofferenza.Vorrei finire anche la segale bianca ma spero abbassino un po' le temperature.Le tue ricette sono meravigliose come te mia carissima menestrella,ti abbraccio forte forte e ti auguro una splendida settimana :*****

    • Stella, il caldo è un problemna per il forno, se non si ha una forte motivazione 😀
      Io devo dire non mi ferma niente…anche in questo week end l'ho acceso….ma io non faccio testo 🙂
      Sono felice che tu sia qui, coem sempre.
      Ti abbraccio stretta e ti auguro una splendida settimana :*

  2. Meravigliose… qui da me il caldo non è ancora insopportabile, quindi posso provare a farle… le divoreranno in casa!!!
    Un bacione cara!

  3. Mila says:

    L'anno scorso me le sono fatte anch'io perchè le adorooooooooo!!!!!
    Complimenti mi segno la tua ricetta!!!!
    Buona giornata

  4. Che brava Michela!!! Sono eccezionali, mi devo decidere a provare a farle in casa..chissà che soddisfazione!!!
    Sono in partenza, quindi mancherò x un po' ma ci tenevo a lasciarti il mio saluto 😀
    A presto <3

  5. Adoro le friselle, ma le prendo sempre pronte..che sia il caso di farle???
    😉
    Ok scrivo vediamo se ci riesco!!!
    Sei sempre più bravaaaaaaaa!!
    Ti abbraccio bella donna spettinata!! <3

  6. Queste friselle sono stupende, sanno di buono. E' tanto che non mangio una buona frisella, non è che apri un commercio con quel quantitativo di farina acquistato? ; )
    saluti Su

    • Ciao Su!
      non vorrei darti una cattiva notizia, ma per me 10 kg di farina non sono niente 😀 in casa ne ho sempre almeno 20 kg, perché spaccio lievitati a destra e sinistra :)) Con l'estate magari diminuisco un pò perché la farina soffre il caldo…ma parliamo sempre di quantitativi sostanziosi 🙂
      Le friselle fatte in casa sono divine. Parola mia 🙂

      Un abbraccio :*

  7. che ventata di freschezza queste friselle condite di verdure e olio buono!!!
    e sono anche belle a vedersi. Brava Michi! as usual. 😉
    non ho ancora mai provato a fare le friselle, ma chissà che magari io mi decida di provarci. in queste giornate estive sono davvero una ghiotta pietanza!
    in quanto al pacco speciale di semola: che fortuna!!!
    e sorrido pensando alla gioia che proviamo noi di fronte a regali/acquisti di ingredienti o attrezzi da cucina! :-))
    un bacio Michi!

    • Adoro ricevere e fare regali, in special modo se si tratta di ingredienti speciali. Mi piacciono molto le semole, sai?
      Comunque le friselle in tutto il periodo estivo sono una bomba: io ci metto su le verdure dell'orto dei miei e le adoro. Sono freschissime.
      Sono certa ti piaceranno 🙂

      Un bacione Ele :*

  8. m4ry says:

    E' da un po' che avevo in mente ti farle…e proprio oggi ne parlavo con Giuseppe all'ora di pranzo..quando arriva l'estate, raramente mancano sulla tavola di noi pugliesi 😉 Le tue hanno un aspetto magnifico ! Ti abbraccio dolcezza bella <3

  9. elenuccia says:

    Mamma mia chissà che delizia fatte con vera farina di altamura. Certo che il collega non ci è di certo risparmiato….10Kg!!
    Non sai quanto vorrei rubartene un paio, sembra davvero favolose

  10. Flavia D D says:

    Veramente belle e gustose,e in questo periodo ci stanno tutte… Mmmm!!!Delizia <3

  11. Maya says:

    Michi posso abbracciarti virtualmente fortemente ?! queste friselle saranno sicuramente eccezionali ma in questo momento non posso non rimanere incantata dalle fotografie. Sempre più belle michi. Davvero…gli strumenti giusti fanno miracoli solo quando sono nelle mani degli artisti. Bravissima michi per tutto!

    • Ma certo che puoi, Maya! E' un piacere che ti piacciano.
      Non sono una professionista, ma mi piace mostrare agli altri come vedo io le cose…e la fotografia per me è anche questo, oltre a tante altre cose.
      Poi finalmente ho la nuova reflex e il nuovo obiettivo…anche se adesso per un breve periodo si alterneranno foto con la reflex e foto con il mio smart phone… 🙂
      Ti abbraccio stella, grazie di tutto <3

  12. Giulia says:

    Ciao Michela. Le tue friselle sembrano ottime e presentano benissimo!
    Purtroppo non ho la semola di Altamura, ma ho ricevuto in dono dalla Basilicata della semola Senatore Cappelli e magari le provo con quella.
    Ora faccio un giretto sul tuo blog, alla ricerca di altre ispirazioni.
    A presto
    Giulia

  13. Francesca P. says:

    Ho fatto le foto ad una ricetta con la fresella qualche giorno fa, solo che non l'ho "creata" con le mie mani come te… e un po' mi dispiace, perchè c'è tutto un altro gusto a mangiare cose che nascosto direttamente dalla propria cucina, come un discorso a tu per tu con gli ingredienti! Questo post è un invito a provarci in futuro, magari quando mi sentirò pronta per il debutto con la pasta madre… 🙂

    • Carissima Francy, ho sviluppato una propensione a creare le cose da zero…è una cosa che mi appassiona molto fare.
      Però c'è un rovescio della medaglia: con il tempo si diventa troppo choosy 😀
      Sono due anni che ho il mio piccolo blog ed è mutato molto il mio modo di pensare gli alimenti.

      Comunque puoi pensare di farle anche con lievito di birra fresco 🙂

      Un abbraccio :*

  14. Ma 'ste friselle sono un capolavoro!!! Perfette :-O. Bravissima!!!!! Un bacione

  15. Tesoro, un'esplosione di freschezza per i miei occhi.
    E tu sai che le aspettavo e le amavo già prima che esistessero.
    Ti abbraccio, e sento il crocchiarellare di queste friselle sotto i nostri denti, chiacchere e parole.
    Torna presto!
    Baci tanti
    Lou

    • Lo so tesoro….che ami le mie cose quando sono solo un pensiero nella mia testa.
      Siamo fatte dello stesso impasto, io e te.
      Stessa idratazione!

      Ti abbraccio Stella. E non vedo l'ora di tornare per mille chiacchiere insieme e tante cose da assaggiare, io ettù ♥

  16. Ale says:

    ciao Michi, quando vedo le friselle mi viene in mente la mia Calabria da cui vivo parecchio lontana da anni! col pomodoro aglio cipolla e basilico riotrno indietro alle stati della mia infanzia…che sapori, che profumo! grazie di questa bella ricetta anche se io non vado molto d'accordo col lievito madre! 🙁

    • Ciao Ale! meraviglisoa terra la tua…ricca di tradizioni gastronomiche. Condite con odori e verdure di ogni sorta, sono uno spettavolo le friselle 🙂
      Se non hai dimestichezza con il lievito madre, puoi fale con il lievito di birra fresco.
      Un abbraccio a te e i tuoi splendidi cuccioli!
      :*

  17. Oddio buone le friselle!!! E poi condite con il pomodoro…mamma mia…certo che tu non ci vai mica per le strette, 10kg di farina! E quanto ci metti a consumarla?
    Un bacione stellina…

    • ahahahha…..Stella, a casa dei miei (dove panifico, per esattezza), ci sono sempre tanti chili di farina, perché facciamo tutto in casa. Quindi 10 kg per noi sono sì considerevoli, ma non infiniti 🙂
      Casa dei miei è il cosiddetto porto di mare….la famiglia in generale è numerosa, tra figli, nipoti etc etc…e meno male che ci sono loro che mangiano, così io posso sperimentare quanto voglio 😀

      Ti abbraccio gioia :*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *