Pizza miracolo

Finalmente ci riesco, a pubblicare la pizza miracolo. Il nome fa un po’ ridere, ma in realtà deriva semplicemente dalla tipologia di farina che ho utilizzato per realizzarla. Una farina di tipo 1 di grani antichi, che trovo molto buona anche usata in purezza.

Come sempre, lasciamo ai lievitati il tempo giusto per maturare e per divenire quindi più aromatici e digeribili. In questo caso parliamo di una pizza che richiede due giorni per la preparazione, ma solo perché ha un riposo lungo.

L’idratazione qui è al 76%.

Vediamo come procedere…

5.0 from 2 reviews
Pizza miracolo
 
Autore:
Resa: due pizze a teglia media
Ingredienti
  • Per il pre fermento
  • 100 g di farina miracolo
  • 100 g di acqua
  • 80 g di pasta madre
  • Per l'impasto
  • 600 g di farina miracolo
  • 450 g di acqua
  • 20 g di olio extra vergine di oliva
  • 12 g di sale
Preparazione
  1. Al mattino, sciogliete la pasta madre nell'acqua e mescolate poi insieme alla farina. Chiudete con pellicola e lasciate fermentare tutta la giornata.
  2. La sera, nella planetaria, mettete tutto il pre fermento, tutta la farina e una metà di acqua.
  3. Iniziate a lavorare a velocità minima, aggiungendo gradualmente l'acqua, fino ad inglobarla tutta.
  4. Lasciate incordare l'impasto, quindi aggiungete a filo l'olio.
  5. Quando l'olio sarà ben assorbito, aggiungete il sale.
  6. Rovesciate l'impasto su un piano da lavoro e, con le mani oleate, arrotondatelo.
  7. Coprite con una ciotola e lasciate riposare 30 minuti.
  8. Riprendete l'impasto, fate una piega a tre e arrotondate di nuovo.
  9. Ponete l'impasto in una ciotola ben sigillata, lasciate riposare 30 minuti, quindi ponete in firgorifero.
  10. Pomeriggio successivo: tirate fuori l'impasto dal frigorifero e lasciatelo acclimatare per 1 ora circa.
  11. Stendete le vostre pizze su teglie ricoperte di carta forno o semola rimacinata.
  12. Copritele e lasciatele riposare il tempo che basta per portare il forno alla massima temperatura.
  13. Condite la pizza a vostro piacimento, quindi infornate portando a cottura.


8 Responses to Pizza miracolo

  1. Berry says:

    Svengo. Di fronte a questa superba bellezza alle 10 di mattina.
    Ti abbraccio tesoro…come stai? <3

  2. Cristina says:

    Io invece se facessi una pizza così alveolata come la tua, dovrei chiamarla pizza miracolo….perchè sarebbe proprio un miracolo riuscirci !!!

  3. m4ry says:

    Che già il nome è tutto un programma, l’aspetto poi, non ne parliamo ! Poesia mista a miracolo 😉
    Sei il top Michi ! Ti abbraccio <3

  4. zia Consu says:

    Che bello rileggerti cara 🙂 e con questa meraviglia ti si perderebbe qualunque cosa 😛
    Se ti va di contribuire alla raccolta di Panissimo sarebbe fantastico 🙂 Ti lascio il link, questo mese è da me e non puoi mancareeeeee 😛
    http://ibiscottidellazia.blogspot.it/2016/05/panissimo-41-pane-arrotolato-agli-aromi.html

  5. Silvia Brisi says:

    Meravigliosa!!
    Bravissima Michela, mi mancavano le tue pizze strepitose!!
    Un abbraccio!!

  6. Mila says:

    Beh effettivamente è un bellissimo miracolo di nome e di fatto!!!!

  7. Quella farina è proprio miracolosa, come promette il nome. La conosco, la uso e piace un sacco anche a me. La pizza non ho provato a farla ma a casa mia sai che è difficile … con un marito pizzaiolo, non posso nemmeno pronunciare il nome ahahahah
    Ciao tesoro, un abbraccio a te e cucciolo

  8. clibi says:

    Una pizza leggera ed estremamente digeribile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rate this recipe: