Tag Archives: Ricette Light

Ricette amiche # 9: Vellutata di piselli speziata di Vale

Clicca sulle immagini per ingrandirle

Nuova Ricetta Amica, questa settimana facciamo il bis! Dopo Elle, voglio parlarvi di Valentina di Latte al cioccolato.

Valentina è una studentessa universitaria, nata a Bolzano da Padre preparatore di polpette del sabato e da Madre sbuffatrice in cerca di idee per la cena tutti i pomeriggi alle 17 😀
Ha un fratello campione del mondo in promozione delle perle del territorio, che infatti sostiene che il duomo di Bolzano sia “una chiesa gotica come un’altra” 😀
Valentina studia a Bologna, va a passeggio con le scarpe rosse, incontra strani esseri in giro ed ha da poco conquistato un frigorifero…tutte noi che la seguiamo abbiamo festeggiato con fanfare degne dell’evento!
Ogni tanto le capita che il mercoledì le sembra essere domenica, non le piacciono i funghi..o meglio…il sapore si, ma la consistenza no (chiedete numi a lei!).
Non può fare a meno di latte e menta anche se il blog si chiama latte e cioccolato e le capita di chiudersi fuori casa, ma questo non la intimorisce…va al parco e si mette a leggere in attesa che la coinquilina la salvi.
Ah, si, la coinquilina…essere speciale con cui lei va molto d’accordo, infatti nemmeno si dividono il frigorifero, e festeggiano l’anniversario di coinquilinaggio per l’incontro delle loro anime..peccato che fanno programmi per questo giorno speciale e poi se lo dimenticano 😀

Da Vale ho saccheggiato la ricetta di questa bella e originale vellutata, arricchita di curry. Buonissima!!!
Vediamo come l’ho preparata…

Ingredienti:

200 gr di piselli
1 cucchiaio di olio
1 spolverata di curry
1 spolverata di pepe
1 cucchiaino di sedano-carota-cipolla

 Lo sfizio

1 fetta di pane in cassetta
Curry
1 cucchiaino di olio

Procedimento:

Ho messo a bollire i piselli con un cucchiaio di olio, 4 dita d’acqua, poco sale e il cucchiaino di sedano-carota-cipolla. Ho lasciato cuocere per circa 20 minuti. Ho messo tutto nel bicchiere del mini pimer, ho aggiunto il curry e il pepe, quindi ho frullato finché tutto non è stato cremoso. 
Alla ricetta di Vale, io ho aggiunto uno sfizio: 1 fettina di pane in cassetta tostato in padella con 1 cucchiaino di olio e ambrato con una spolverata di curry. 
Provate, è deliziosa 🙂


Ricette amiche #8: Spiedini di pollo allo zenzero e sesamo di Elle

Clicca sulle immagini per ingrandirle

Pepperepéppeppé….ingresso scoppiettante per la mia rubrica Ricette Amiche di oggi.
Perché vi devo presentare Elle del blog “Limone & Stracciatella”.

Una ragazza dolcissima, svizzerissima, che prepara i regali di natale a Settembre, beve poco e si pettina solo quando fa lo shampoo…come me, solo che lei è riccia ed è giustificata, io no 😀

Sostiene che le sue caprette bianche sono razziste e stanno solo tra di loro, lasciando in disparte le caprette di altri colori, frequenta parrucchiere che le mettono grilli funghi per la testa, e ha una visione del suo giardino a pois.

Dice di sé

Sono un controsenso vivente: un’economista organizzata e calcolatrice con l’animo creativo e impulsivo di un’artista.

Lavora per otto ore al giorno, un cantiere qua-un cantiere là, ma non si risparmia di cucinare e curare il suo orto, che è un’altra delle sue passioni. Ci racconta infatti di come il contatto con la natura le metta dentro pace e tranquillità.
Ma la cosa che più mi fa impazzire di lei e che più ci rende simili, è che ha la frenesia di fare le cose, e in cucina si lancia nelle ricette per scoprire a metà procedimento che le manca proprio quell’ingrediente, quello fatale…e lei che fa? fa come me…cerca in cucina qualcosa di sostitutivo 😀 
Ma voi non l’adorate???? Io siiiiiiiiiiiiiiiiiiiii :’D
Ora veniamo alla ricetta che ho preso dal suo blog. Ne sono entusiasta! Questi spiedini mi sono venuti gustosissimi, tenerissimi e per niente asciutti. Mentre li preparavo avevo paura che la carne fosse troppa, invece no! Un profumo meraviglioso ha invaso la cucina, e quando dico meraviglioso intendo M E R A V I G I O S O. A differenza di Elle, io li ho cotti in forno, irrorandoli con la salsina della marinatura, e questo li ha perfetti. Li ho mangiati per cena e me li sono gustati pezzetto per pezzetto. E pensare che avevo sempre creduto di odiare il sesamo. Forse perché l’avrò assaggiato in qualche brutale prodotto industriale, e invece ho scoperto che non solo mi piace, ma ha anche un buonissimo profumo da “crudo”. 
Quant’è bello cambiare, quant’è bello smentirsi, quant’è bello conoscere qualcosa di noi attraverso gli altri. 
Grazie Elle!

Ingredienti per 4 persone

500gr petti di pollo disossati
1 spicchio aglio
1 cipolla
2 cucchiai olio di semi di sesamo
1 cucchiaio salsa di soia
1 lime
1 cucchiaino semi di sesamo
2 cucchiaini zenzero fresco grattuggiato
2 cucchiai foglie di menta fresca
Sale e Pepe

Procedimento:

Ho tagliato il petto di pollo a quadrotti e poi ho preparato la marinatura: ho unito l’aglio e la cipolla tritati, con   l’olio di semi di sesamo, la salsa di soia, la scorza del lime e due cucchiai del suo succo, lo zenzero fresco, sale e pepe. Ho mescolato un pochino e di ho immerso i miei quadrotti di pollo, coprendo con della carta argentata. Ho eseguito la marinatura per un paio d’ore, come Elle, e più o meno a metà del tempo ho mescolato la carne. 
Quando la marinatura è terminata, ho immerso i miei stecchi da spiedino nell’acqua fredda: questo procedimento fa si che lo stecco non bruci durante la cottura (grazie Elle per questa meravigliosa dritta che non conoscevo!). Fatto questo, ho preparato i miei spiedini infilzando i quadrotti di carne e li ho posizionati su una teglia forno. Con un cucchiaio li ho cosparsi con un pò del liquido di marinatura e infine ho messo altri semi di sesamo sui miei spiedini. 
Ho cotto in forno per circa 15 minuti. 


Zuppa di lenticchie e zucca

Ci voleva qualcosa di rustico e caldo per salutarvi. Domani ho volo per Torino che mi aspetta, vado a trovare una mia amica che si è trasferita a Biella da qualche mese. Devo ancora preparare il mio bagaglio, ma non c’è problema, visto che domenica sera sarò già di ritorno, quindi mi occorrono davvero poche cose. 
Mi prendo una piccola pausa, quindi, ma non smetterò di pensare al mio angolino preferito 🙂
Voi coccolatemi anche se non ci sono! 
Vi lascio con questa zuppetta di zucca e lenticchie. Semplice, leggerina. non c’è soffritto, non ci sono grassi a parte un cucchiaio di olio. Ovviamente voi potete farla più saporita, sostituendo l’acqua con del brodo, e aggiungendo olio in più. Comunque la mia era profumata e deliziosa, molto spartana e per questo spettacolare. 

Un abbraccio a tutti!

Ingredienti per 1 persona:

100 gr di zucca
60 gr di lenticchie secche
1 carota
1 pezzetto di sedano
1 spicchio d’aglio
1 pomodoro rosso
Acqua calda q.b.
Olio e Sale
Pepe e Rosmarino

Procedimento: 

Stamattina ho messo le lenticchie in ammollo di acqua. Stasera le ho lavate e le ho messe in una ciotola.
Ho pulito la carota e il sedano, li ho tagliati a pezzetti e messi un una pentola con un cucchiaio di olio. Ho messo anche lo spicchio d’aglio, ho aggiunto poca acqua e ho lasciato andare a fuoco lento (per non friggere). A parte ho scaldato dell’acqua e intanto ho tagliato la zucca e il pomodoro a quadrotti.
A questo punto nella mia pentola ho versato l’acqua, il pomodoro e la zucca. Ho salato, pepato, aggiunto un rametto di rosmarino intero e ho lasciato cuocere finché le lenticchie non sono diventate morbide. 


Vellutata di carote e l’amore per gli accenni

Clicca sulle foto per ingrandirle

I primi accenni di autunno mi hanno causato un raffreddore di lieve portata e uno stordimento notevole. Qualche notte insonne con difficoltà di respirazione, stanchezza e fiacca. Ciò nonostante sono contenta, perché ciclicamente ho bisogno fisiologico del cambiamento. 
Mi piacciono gli accenni di autunno, come amo gli accenni di primavera. 
Amo l’accenno di pioggia dopo giorni di sole, esattamente come amo l’accenno del sole dopo giorni di pioggia. 
Mi piace l’entusiasmo della novità, pur amando le abitudini, l’odore di casa, le labili certezze costruite in mezzo ad una vita di insicurezze e di cose poco certe. 
Eppure la mia vita mi sembra scorra uguale ogni giorno. Eppure mi sento così diversa da soli due mesi fa. 
Forse proprio per questo ho bisogno di vedere dei piccoli cambiamenti intorno a me, fuori dalla finestra, fuori dalla porta di casa, nella vita di tutti i giorni: l’uscita della metropolitana spostata per i lavori, l’orario d’apertura cambiato del mio frutta&verdura di fiducia, la frangetta della mia nipotina che cresce, le zampette di Gemma raddoppiate, la vita che mi dimostra che c’è. Che io ci sono. 
Ieri sera mentre davo l’acqua alle piante sul balcone, canticchiavo in testa una canzone di Fabi che descrive davvero bene questo mio stato d’animo.

ah si vivesse solo di inizi di eccitazioni da prima volta quando tutto ti sorprende e nulla ti appartiene ancora, penseresti all’odore di un libro nuovo a quello di vernice fresca a un regalo da scartare al giorno prima della festa

E così sia!

Ingredienti per 1 vellutata:

4 carote
1 piccola patata
Sale
Olio
Pepe
Pochissimo aglio in polvere

Procedimento:

Ho lavato le carote e la patata, e le ho sbucciate. Le ho messe a bollire in cinque dita d’acqua. Ho aggiunto il sale e un velo di aglio in polvere. Ho lasciato bollire per una mezz’ora. Poi ho messo il tutto dentro il bicchiere del mini pimer e ho frullato. 
Su una piastra incandescente ho messo una fetta di pane, l’ho fatta tostare e poi l’ho tagliata a quadratini. 
Ho impiattato la vellutata, ci ho messo sopra i cubetti del pane, aggiungendo un filo di olio e una spolverata di pepe. 


Cous Cous leggero con asparagi

Clicca sulle immagini per ingrandirle

Ingredienti: 

50 gr di cous cous Molino Chiavazza
5 pomodorini
10 asparagi
50 gr di mozzarella
Basilico fresco
Olio e Sale

Procedimento: 

Ho pulito gli asparagi e li ho lessati in acqua leggermente salata. Li ho scolati preservando due dita dell’acqua di cottura, in cui ho versato il cous cous affinché si gonfiasse. Intanto in un piatto ho tagliato i pomodorini, gli asparagi, il basilico fresco e la mozzarella a cubetti. Ho aggiunto una presa di sale e un cucchiaio di olio. 
A questo punto con la forchetta ho sgranato per bene il cous cous e l’ho aggiunto al condimento, mescolando bene. L’ideale sarebbe lasciarlo riposare un pò affinché si possa insaporire il più possibile. 

Squisito 🙂


Insalata di asparagi con fesa di tacchino

Clicca sulle immagini per ingrandirle

E’ lunedì…che altro si può dire?

Ingredienti (per 1 piatto): 

Un bel mazzetto di asparagi
100 gr fesa di tacchino
30 gr di pinoli
Qualche scaglia di grana
Olio Sale Pepe

Procedimento: 

Ho messo sul fuoco una pentola con poca acqua, e nel frattempo ho pulito gli asparagi privandoli della parte più dura del gambo. Li ho lavati con cura e li ho buttati nell’acqua che bolliva, per circa 3 minuti, aggiungendo poco sale. Una volta scolati, li ho grigliati su una piastra bollente. 
Li ho appoggiati nel piatto, e accanto ci ho tagliato la fesa di tacchino a rondelle. Ho condito con un filo d’olio, il sale, il pepe, i pinoli e le scaglie di grana. 


Insalata con pane carasau, II premio e …aria di novità!

Clicca sulle immagini per ingrandirle

Dopo i pancake coi mirtilli che vi aspettavate, se non una ricetta simil-light? Stasera ho la fame di un orso tibetano, ma me la tengo. Anche a Roma è arrivata la pioggia e l’aria si è rinfrescata. Stanotte mi sono svegliata per i tuoni: ho chiuso le finestre e mi sono bellamente rimessa a dormire. Che bella quella sensazione di brividi che al mattino ci fa coprire, ci fa cercare il tepore…non so voi, ma io l’adoro! Peccato che poi tutto questo sogno venga infranto dalla maledetta sveglia, che stamattina quando il telefonino ha suonato, l’avrei tirato dal balcone! 
Stasera vi presento questa gustosa insalata che avevo preparato sabato scorso, come piatto unico. Una buona idea se non vi va di cucinare 🙂

Ingredienti: 

Pane carasau (mezza luna)
Insalata riccia
2 fette di prosciutto reso croccante in forno e tagliato a pezzetti
50 gr di formaggio primo sale
1 cucchiaio di olio
1 cucchiaio di aceto balsamico
Poco sale

E nel frattempo è arrivato il mio II premio, assegnatomi da Luna de I barba-Pasticcetti che ha avuto questo dolce pensiero per me.

Il Blog diamond award è stato creato da Roby del blog Roby Beauty.

Le regole sono queste:

1) Citare chi ha creato il premio e linkare l’immagine con riferimento al suo blog.

2) Ringraziare chi ci ha premiati.

3) Premiare altre 5 bloggers e comunicarglielo.

Ora, il mio problema è che da poco ho preso un premio che ho riassegnato. Non voglio ridarlo alle stesse persone e ho tra i followers diverse persone che non ritirano premi, altre invece che l’hanno appena ricevuto quindi non sapendo a chi assegnarlo, non lo assegnerò, sperando che Luna non ce l’abbia con me per questo.
E con questo premio credo che chiuderò la mia partecipazione a questo genere di iniziative. Non perché le snobbo o perché non mi piaccia l’idea, è che non voglio mettere in difficoltà chi li riceve, né voglio offendere le dolci persone che me li danno. 
Ma attenzione mie carissime followers, perché siccome vi adoro e adoro i vostri blog, sto mettendo in piedi un’idea diversa e originale per fare pubblicità ai blog amici!
Rimanete sintonizzate su questi schermi perché nel prossimo week end ci saranno delle novità 😀

Tomino avvolto nello speck su letto di insalata mista

Clicca sulle immagini per ingrandirle

Oltre alla tristezza di tornare a lavoro, c’è la tristezza più grande, e cioè quella di tornare a mangiare “normalmente”. Basta sfizi e vizi, basta manicaretti…bisogna tornare alla normalità. 
Sarebbe bello essere di quelle che si strafogano e non ingrassano…forse, pensandoci bene, è la cosa che avrei voluto di più, dopo la salute ovviamente. Mangiare tutto quel che voglio senza sentirmi in colpa, mangiare-mangiare-mangiare senza ingrassare, facendo la linguaccia alla cellulite e le corna alla ciccia, tié! 
Ma ahimé, non è così…e per noi cicciottelle si sa, la vita è più difficile. 
Per cui oggi inauguro la nuova sezione dedicata alle ricette light…che non vuole essere né pallosa, né bacchettona…cercherò solo di tanto in tanto di pubblicare ricette per mangiare sano, senza però rinunciare al gusto, né alla soddisfazione di vedere bello ciò che mangiamo. 
Ingredienti (per 1 porzione)
1 Tomino
1 fettina di speck
insalata mista 
pomodorini
1 cucchiaio di olio
poco sale
Procedimento (che in questo caso fa davvero ridere!)
In una padella anti aderente ho scaldato il tomino, diciamo un paio di minuti per lato. L’ho tolto momentaneamente dal fuoco e l’ho avvolto in una fetta di speck. L’ho rimesso nella stessa padella, un minuto per lato e poi ho spento. Ho preparato intanto un letto di insalata mista, con dei pomodorini (io ho usato quelli gialli, ma vanno bene quelli che preferite). Ho condito con un cucchiaio scarso di olio e pochissimo sale. Ci ho adagiato sopra il tomino e poi…..mi sono pappata tutto 😀