Tag Archives: Segnaposto e Regalini

Namelaka al limone

clicca sulle immagini per ingrandirle
Immaginate un dessert che sia come seta sotto il vostro palato: liscio, delicato, leggero. Quasi evanescente. Questa è la namelaka. Un dolce facilissimo da preparare, ma che dona grandissima soddisfazione a chi lo prepara e a chi lo degusta.
Molto versatile, poiché lo si può aromatizzare come vogliamo. In questo caso è il mio amato limone, ma può essere il succo di qualsiasi frutta a cambiare i connotati a questa specialità. Può essere composta inoltre sia di cioccolato bianco, come in questo caso, sia di altri tipi di cioccolato, purché siano di altissima qualità. 


La namelaka può essere servita in bicchiere, oppure si può aspettare che rassodi qualche ora in frigorifero per servirla a forma di quenelles, come avevo fatto per questo dessert

Inventata da un pasticcere giapponese, “namelaka” vuol dire “molto cremoso“.
In molte versioni è presente il glucosio. Io questa volta ho voluto seguire la ricetta senza, seguendo i dettami di Pinella, sia nella namelaka che per la decorazione dei bicchieri, che ho trovato subito allegra e accattivante.
Vedete quelle sfere colorate sulle pareti? Sono fatte di gelatina. Una preparazione semplice ma di grande effetto, specie se dovete servire il dessert a degli ospiti per una cena.
Pinella aveva preparato le sue gelatine con il the matcha e con succo di fragole. Io non avevo nessuno dei due, quindi ho ripiegato su uno sciroppo di menta e di amarena. Ho omesso lo zucchero, naturalmente, visto che gli sciroppi sono già zuccherati.


Namelaka al limone
Ingredienti
200 gr di latte intero 
5 gr di gelatina in fogli 
25 gr di acqua 
340 gr di cioccolato bianco di qualità 
400 gr di panna liquida fredda 
120 gr di succo di limone 
Zeste di limone 
Procedimento

Mettete il cioccolato a sciogliere a bagno maria 
Idratate la gelatina in un velo di acqua 
Fate bollire il latte, toglietelo dal fuoco e girando con una frusta scioglieteci dentro la gelatina 
Ora colate il latte in tre tempi sopra il cioccolato, continuando a girare, fino ad ottenere un fluido liscio.
Aggiungete la panna liquida fredda, amalgamando bene 
Lasciate addensare in frigorifero 

Gelatina alla menta

230 gr di acqua 
20 gr di sciroppo di menta 
2 gr di gelatina in fogli 
Gelatina all’amarena
230 gr di acqua 
20 gr di sciroppo di amarena 
2 gr di gelatina in fogli 
Procedimento

Idratate la gelatina in un velo di acqua 
Intanto portate a bollore l’acqua. 
Aggiungeteci la gelatina, girando per bene fino a completo scioglimento 
Aggiungeteci lo sciroppo di menta e fate bollire per due minuti 
Togliete dal fuoco e lasciate sfumare 
Preparate i vostri bicchieri in posizione orizzontale su un piano del vostro frigorifero 
Con l’aiuto di una pipetta, se l’avete, fate i primi cerchi nei bicchieri e lasciateli solidificare completamente. 
Se non avete una pipetta, aiutatevi con un cucchiaino, oppure con un beccuccio da sac a poche con apertura fine. 
Quando vedete che i cerchi iniziano a rapprendere, procedete con la preparazione della gelatina all’amarena, ripetendo lo stesso procedimento appena indicato per quella alla menta, completando infine la decorazione dei bicchieri. 

Streusel
Potete vedere qui

Guarnizione dei bicchieri

Con l’aiuto di una sac a poche, riempite i bicchieri della namelaka fino al livello desiderato, facendo attenzione a partire dal centro e a non rovinare le decorazioni in gelatina. 
Guarnite con cubetti o briciole di streusel
Completate con una decorazione in cioccolato a piacimento 
Lasciate i bicchieri in frigorifero fino al momento di servire.

***
….e intanto hanno preso forma i miei regalini di Natale home made…
sali e zuccheri aromatizzati, confezionati da me con barattoli e provette
comprati alla bellissima bottega di Manu al mercato di Testaccio…


Segnaposto cannella & anice stellato

Questi segnaposto li ho inventati così, senza troppo pensare….e in effetti sono di una semplicità disarmante.
Cosa vi occorre:
Anice stellato
Cannella intera
Colla a caldo

Sarà sufficiente unire due bastoncini di cannella con un pò di colla a caldo nella parte inferiore e poi, sempre con la colla a caldo, attaccare il fiore di anice stellato. 
Il nome della persona potete scriverlo (come nella prima foto) direttamente sulla cannella.
L’alternativa sarebbe far passare un giro di filo intorno alla base del fiore e attaccarci una piccola etichetta di cartone su cui scrivere il nome. Questo va in base al tempo che avete a disposizione e alla vostra fantasia. 
Che mi dite, vi piacciono? 🙂


Portafoto da muro con legnetti di mare

Clicca sulle immagini per ingrandirle

In spiaggia ultimamente ho raccolto dei legnetti con l’idea di farne qualcosa….si, ok, ma cosa?…come al solito, quando faccio queste cose, non parto con un’idea precisa ma la faccio nascere via via, a seconda della fantasia del giorno.   
Siccome che sono cecata 😀 ogni tanto mi diletto a dipingere con acrilico su tela, possiedo diversi colori, alcuni dei quali molto brillanti e molto, molto belli. Io uso i Giottini della Cobea Colori, che trovo meravigliosi. 
Ho realizzato questo porta foto da parete, colorando i legnetti con tre tinte diverse: verde perla, rame e verde ricco. Che poi potrebbe anche essere usato in cucina per appendere la lista della spesa, o qualche biglietto utile.

Cosa vi occorre: 
Colori acrilici
Pennello
Filo 
Colla a caldo
Legnetti 
Conchiglie


Memory Jar

Clicca sulle immagini per ingrandirle


Quanto sono felice di essermi imbattuta su Pinterest nella Memory Jar! Mi entusiasmo come una bambina quando mi piace qualcosa e mi viene l’urgenza della realizzazione 😀
Dunque, si tratta di creare un barattolo dove raccogliere i propri ricordi: c’è chi ci conserva i biglietti di concerti, chi ci conserva una foto di un viaggio particolare con annessi oggettini, come conchiglie, sassolini e via discorrendo. Chi invece ci raccoglie pensieri e parole. 
Ecco, io la scatola con biglietti di ingresso a cinema, teatri, concerti ed annessi, ce l’ho già. L’idea invece di conservarci i ricordi di un singolo viaggio o esperienza, non mi entusiasmava più di tanto.
E allora? 


..E allora ho deciso di tenerla in casa e di permettere a chiunque transiti da me di lasciare a proprio piacimento un pensiero, magari legato ad una cena insieme, ad un compleanno, ad un pomeriggio trascorso insieme a chiacchierare e prendere il thé. Insomma, un raccoglitore di pensieri delle persone che mi vogliono bene. E ci raccoglierò dentro anche i bigliettini dei pensieri dolciosi che gli amici più speciali mi lasciano in casa, a sorpresa (e che io amo tanto trovare!). Voi che ne pensate? Vi piace come idea? 
Naturalmente potete ispirarvi alle molte immagini sul web, usare tutti i materiali che vi piacciono. Io sono partita comprando un barattolone enorme e poi è venuto il resto con quello che avevo.
Userò certamente questa idea per fare qualche regalo originale, o immagino già delle mini-jar come segnaposto con dentro un pensiero per la persona a cui è destinata. 


Segnaposto con rose di carta

Clicca sulle immagini per ingrandirle

Eccoci qua, per una nuova realizzazione di segnaposti. L’idea l’ho presa qui, grazie alla mia nuova amica Roberta che mi ha dato la dritta di sbirciare su questo sito ricco di idee che è Pinterest …se ci entrate non potrete più farne a meno…è un pò come una droga, quindi regolatevi di conseguenza 😀
Si tratta di preparare dei bastoncini con sopra delle “rose” di carta che potrete usare come segnaposto (attaccando un’etichetta col nome dell’invitato, o scrivendo il nome in una delle pieghe), oppure potrete metterle al centro del tavolo come un boquet se fate una cena dove ci sono bambini e ognuno potrà prenderne una, ma vi garantisco che non solo i bambini le ameranno 🙂
Cosa vi occorre:
Carta da regalo (io ho usato avanzi di carta)
Colla (meglio se stik) o nastro biadesivo
Forbici
Bastoncini da spiedino
Come realizzarli?
Qui di seguito ho messo i vari passaggi, spero siano chiari…

Sostanzialmente i pezzi di carta vanno piegati a mo’ di ventaglio (step 2). Una volta fatto questo con tre pezzi, ognuno di questi dovrà essere piegato in due (step 4) e poi andranno incollati tra loro, sui rispettivi lati (step 5). Quando resteranno gli ultimi due pezzetti tra loro, lì in mezzo dovrete aggiungere il bastoncino. E il gioco è fatto!


Segnaposto con tappi di sughero e anice stellato

Clicca sulle immagini per ingrandirle
Ma quanto è bello l’anice stellato? Eh? Quanto?? Io personalmente ne vado pazza e non capisco nemmeno come ho fatto a non comprarlo mai, prima di qualche giorno fa. Mah, misteri.
Comunque è facilmente reperibile in erboristeria, io l’ho pagato 5.50 € l’etto, ma tenete conto che 1 etto è un bel sacchetto che vi farà stare a posto per un pò.
La cannella invece ce l’ho per i prossimi 20 anni, perché in un negozio di mobili e ninnoli etnici ne avevo trovato una volta un mega bustone
 😀
Questa idea mi è venuta un giorno a casa di mia madre, perché aprendo un cassetto in cucina ho visto che c’era un cestino con conservati i dei tappi di sughero..mi sono detta “Cavoli, il sughero!”.
Prima ne ho ricavato delle rondelle o poi è venuto tutto il resto. 
Cosa vi occorre:
Tappi di sughero
Filo 
Cartone
Anice stellato
1 coltello ben affilato
Forbici
Colla a caldo
Ora…dalle foto si vede facilmente come è composto il segnaposto. Solo un paio di accorgimenti:

create una sorta di piccolo cappio nella parte alta, in modo che chi riceve questo segnaposto, possa poi appenderlo dove vuole.
io ho incollato tutto insieme: filo col cappietto e anice stellato

Fatemi sapere cosa ne pensate 🙂 
Buon Ferragosto a tutti!

Lemon Curd

Clicca sulle immagini per ingrandirle

Non sapevo nemmeno che esistesse il lemon curd, ma ora che l’ho scoperto non potrò più farne a meno! Adoro il limone e sono sicura che troverò tanti modi per riutilizzarlo 🙂
Io ho infiocchettato i vasetti, come vedete, per farvi vedere una possibile idea regalo 🙂 uno dei due vasetti l’ho coperto con la retina gialla dei limoni (sempre per la serie “non si butta via niente”).
La ricetta l’ho presa qui.
Ingredienti: 
75 gr di burro
100 gr di zucchero
3 limoni 
3 uova
Procedimento:
In un pentolino ho sciolto il burro con la scorza grattugiata di un limone non trattato. Il tutto a fuoco molto basso. Intanto ho sbattuto le tre uova e a parte ho spremuto i tre limoni. Quando il burro ha iniziato a fare le prime bollicine, ho aggiunto lo zucchero e ho continuato a girare con un cucchiaio di legno fino a sciogliere bene lo zucchero. Ho aggiunto a filo il succo di limone, poi, sempre a filo, le uova, girando sempre energicamente per non far attaccare il composto sul fondo e per non far rapprendere l’uovo.
Quando il composto si è addensato – dopo circa 5 minuti – ho spento il fuoco e ho versato tutto in due barattolini, che ho lasciato raffreddare e che poi ho riposto in frigorifero.

Il lemon curd si conserva in frigorifero per qualche giorno.


Ghirlanda profumata

Cliccate sulle immagini per ingrandirle

Stamattina all’alba, intorno alle 5.30, sono stata al mare a fare una lunga passeggiata e un lunghissimo bagno. Adoro la pace della spiaggia deserta, l’immobilità il silenzio. Mi mette in pace con il mondo. 
Ho raccolto alcune conchiglie che ho usato per fare questa ghirlandina profumata. Sono carine da appendere agli armadi, per profumare, o semplicemente da appendere in giro per la casa, o in terrazza vicino a una tenda. Potete incartarle con della carta trasparente, fateci un nodo in cima e attaccateci una cordicella con il nome della persona a cui è destinata…e anche questo può essere un bel segnaposto-regalo. Vi faranno fare un figurone.

Ps: riesco a bruciarmi anche quando non cucino…stavolta è stata la colla a caldo a colpire…che disastro che sono 😀

Quello che vi occorre:

Spago o cordicella
Un bastoncino da spiedino (per forare il sapone)
Sapone profumato artigianale
Cannella
Bottoni
Conchiglie
Pezzetti di spugne da bagno
Colla a caldo

Cosa dovete fare? 

Usare la fantasia! Legare con una cordicella dei blocchetti di sapone profumato, bottoni, conchiglie, cannella….potete usare tutto ciò che avete, e che vi piace di più 🙂
Dovete solo avere l’accortezza di separare ogni pezzo con un nodino.


Sapone profumato per scrub

Credo di essere una delle poche che ama ancora usare le saponette, invece dell’ormai molto gettonato sapone liquido. Oggi vi vorrei far vedere questa idea presa dal libricino “Erbe e Spezie” (Food Editore), che può essere un’ottima soluzione se volete far trovare un regalino ai vostri invitati a cena, o se volete fare un segnaposto molto originale. 
L’occorrente: 
Avanzi di saponette
Olio essenziale a vostro gusto
Latte
Miele
Semi di lavanda (o altri di vostro gradimento)
Petali di fiori
Camomilla artigianale
Procedimento: 
Ho ridotto in piccoli pezzetti tutti gli avanzi delle saponette che avevo. Li ho messi a sciogliere a bagnomaria, versandoci insieme 4 cucchiai di latte e 1 cucchiaio di miele.
Nel frattempo ho preparato delle ciotoline suddividendo i miei “ingredienti”:

semi di lavanda e petali di fiori di cicoria
camomilla artigianale e petali di zinnia
semi di coriandolo e petali di zinnia

Ora, io avevo a disposizione questi, ma voi potete usare tutto quello che vi ispira di più.

Ho preparato degli stampini molto caserecci, cioè ho usato una scatolina della robiola, una ciotolina di gelato “La coppa del nonno” etc…insomma, ingegnatevi con quello che avete 🙂
Sul fondo degli stampini scelti, ho versato metà dei miei ingredienti di semi e petali, suddividendoli. 
Una volta fuso il sapone, l’ho versato negli stampini e sopra ci ho cosparso l’altra metà degli ingredienti, premendo un pò con un cucchiaino per esser sicura che venissero inglobati nel sapone.

Segnaposto con arancia e cannella

                                                                                                                                                                                     

Inauguro oggi una nuova sezione dedicata ai segna posto e ai miei regali per le cenette.  E’ mia buona abitudine, se ho una cena speciale, preparare i segnaposto che i commensali possono portare via insieme ad un regalino. Di solito li invento sul momento, in base a quello che ho a disposizione.
Oggi vi mostro questo segnaposto fatto con una fetta di arancia essiccata e della cannella.
L’occorrente: 
Arancia essiccata
Forbici con lama ondulata e forbici normali
Cartonici
Cannella
Nastri a vostro piacimento
1 ago
Colla